Sotto il vulcano per amore di Madre Terra

Un sogno, grande e lungo, quello di vivere in comunione con il nostro pianeta mi ha portato a vivere “sotto il vulcano”, nella minuscola e affascinante isola di Fogo, dove sto affrontando una nuova avventura, un’altra tappa nella mia crescita professionale (e non solo), iniziata ormai 12 anni fa dall’incontro con COSPE.

Dal 2008 faccio parte del COSPE, prima come volontario, poi come cooperante in Brasile, gestendo progetti in differenti aree tematiche: preservazione della biodiversità locale, agricoltura familiare, diritti delle comunità quilombola. Dopo circa 12 anni, in piena emergenza COVID, decido di rientrare in Italia, per poter stare vicino alla mia famiglia. Passano alcuni mesi e, quando penso che una fase della mia vita si stia per concludere, una nuova porta si apre: Capo Verde. Così, nell’autunno del 2020, rifaccio le valigie e parto per una nuova avventura.

Adesso vivo a São Filipe, piccolo paesino della Ilha do Fogo, l’isola del Fuoco, un vulcano attivo che riposa adagiato sull’Oceano Atlantico. Sono il nuovo coordinatore del Progetto Terra di Valore, una tappa quasi inevitabile nel mio processo di autoconoscenza, ispirato dalla sacralità e comunione con la Madre Terra e dal rispetto che nutro nei suoi confronti e di tutti gli esseri viventi, e non, del pianeta.

Il COSPE è presente a Capo Verde fin dagli anni Ottanta e ciò ha permesso di creare una relazione di fiducia con la comunità locale e di costruire una équipe compatta, che mi ha accolto con tanta allegria. Comincia per me una nuova esperienza di lavoro insieme a colleghi e colleghe con le quali posso giornalmente interagire e confrontarmi.

Se un giorno mi fermerò, forse in Brasile o in Sicilia, chissà, il mio sogno è di vivere con i miei amici più cari in uno spazio comune, dove possiamo essere noi stessi, condividendo esperienze, vivendo a stretto contatto con la natura, alimentandoci dei tesori cha la natura ci dona, prendendoci cura l’uno dell’altro e, soprattutto, prendendoci cura dell’ambiente. Un luogo di pace e spiritualità, di protezione e rispetto, sempre aperto ad accogliere persone che credono nell’amore e nella sacralità della vita.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Leonardo

Leonardo

Leonardo Di Blanda, per gli amici Nando, 39 anni, nasce a Palermo ma cresce a Piazza Armerina, nel cuore della Sicilia. A 19 anni ritorna a Palermo per studiare Tecnica Pubblicitaria, Facoltà di Scienze della comunicazione. Neolaureato, parte per la Tanzania per un campo di lavoro e, successivamente, si trasferisce a Milano dove frequenta il Master in Analisi e gestione di Progetti di Sviluppo che termina con un tirocinio nel Parà, Brasile. Nel 2008 ritorna in Brasile, con il COSPE, prima come Servizio Civile Internazionale poi come cooperante, e ci rimane fino al 2020, anno in cui parte per Capo Verde ricoprendo il ruolo di Coordinatore del progetto Terra di Valore.

Articoli correlati